Intervista a La Generazione, il portale d’informazione dei più giovani

 Intervista a La Generazione, il portale d’informazione dei più giovani

La Generazione è un portale di informazione online creato da due giovani studenti per i loro coetanei e per la loro generazione. Si propone di affrontare e approfondire i temi e le problematiche di attualità, con uno sguardo sempre disincantato e da un punto di vista personale.

Oggi incontriamo Giuseppe Porcaro e Francesco Elia De Petris, i fondatori, per capire meglio cos’è La Generazione e come nasce.

Ciao, prima di tutto grazie per aver trovato il tempo per questa intervista.
Io partirei dalle origini.

Quando, come e perchè nasce la Generazione?

La Generazione nasce come idea l’Ottobre scorso quando ci incontriamo a Napoli
e discutendo della situazione politica e culturale odierna, volendo riportare un certo tenore alla politica, persa negli ultimi anni e di moda la cultura dal punto di vista popolare si decide di fondare il blog ” La Generazione”.

Di chi è stata l’idea e chi gestisce il sito al momento?

L’idea è stata di Giuseppe ma è stata poi sviluppata meglio col tempo da entrambi. Il
sito dal lato tecnico è “gestito” da Francesco e dal punto di vista generale ci si complementa a vicenda.

Cosa vi proponete di fare in futuro e cosa potrà diventare La Generazione?

In futuro speriamo tanto che il giornale diventi molto conosciuto e dia una voce
concreta ai giovani della nostra generazione e dei suoi temi e problemi appunto. E che riesca veramente a riportare un certo valore politico e culturale alla società di oggi e ovviamente a quella del domani, quella del nostro domani.

Che background educativo avete e chi gestisce La Generazione ? Dove vivete per lo più?

Noi ossia Giuseppe e Francesco Elia siamo al momento rispettivamente al liceo scientifico scienze applicate e liceo delle scienze umane. Come gruppo siamo invece molto variegato, composto da ragazzi di ogni genere di formazione secondaria e universitaria.
Come anche a livello di schieramento politico , infatti anche qui siamo un gruppo molto eterogeneo, dalla sinistra più radicale alla destra sociale passando per le ideologie più moderate di entrambi i fronti. Il progetto per il momento è gestito principalmente da noi due ma speriamo di crescere più in avanti. Mentre riguardo a dove siamo “più presenti” al momento diciamo più in Campania, Calabria , e Abruzzo, ma abbiamo e accogliamo membri di tutta Italia.

Che temi tratterete e in quale modo?

Allora i temi che trattiamo e intendiamo trattare sono vari. Politica, cultura generale,
musica, arte, scienza e così via. E intendiamo discuterne in modo rinnovato, negli argomenti trattati e nel contenuto, in modo da raccontare i temi che riguardano l’oggi e che potrebbero riguardare il nostro domani, e sopratutto quegli argomenti di cui non si sente affatto parlare o che raccontate nel solito modo non attraggono chi ne è interessato, in modo tale da far interessare i cittadini di domani, ossia la generazione “dimentica”.

Come definireste La Generazione a qualcuno che non la conosce?

Un progetto per tutti, un luogo dove l’obbiettivo è discutere per il bene di tutti e del
domani, per un Paese e un mondo dove la discussione politica sia responsabile e capace di trattare gli argomenti per il bene collettivo e per un futuro migliore, senza personalismi o demagogia.

Complimenti e buon lavoro.

Grazie infinite e buon lavoro anche a voi.