Riparte il calcio, idea di capienza limitata

 Riparte il calcio, idea di capienza limitata

a cura della redazione

Dal 3 Giugno è iniziata la cosiddetta “fase 3”. La novità di maggiore rilievo è sicuramente quella inerente la possibilità di potersi spostare liberamente da una regione all’altra. Nell’ottica dello sblocco e delle riaperture, però, è emersa anche la novità che prevede, dal prossimo 15 giugno, la possibilità di poter tenere spettacoli all’aperto, a patto che vi sia una capienza massima di 1000 spettatori e che venga mantenuto il distanziamento sociale.

E’ ovvio che nella categoria degli “spettacoli all’aperto” potrebbero essere inserite, con le dovute precauzioni, anche le partite di calcio. Sicuramente non quelle di Coppa Italia, previste per i prossimi 12 e 13 Giugno. Per quelle di campionato, che invece verranno riprese dal 20 Giugno, in questi giorni il comitato tecnico/scientifico starebbe vagliando la possibilità di riaprirle con appunto la capienza limitata di 1000 spettatori.

Al momento resta soltanto un’ipotesi, anche perché bisognerà capire innanzitutto come vedere i tagliandi, in quanto con un numero così basso di biglietti a disposizione è inimmaginabile metterli in vendita presso i botteghini, si agevolerebbero resse difficilmente controllabili, creando poi un problema di ordine pubblico. Le soluzioni sarebbero due: quella della piattaforme online oppure, anche se remota, quella della prenotazione telefonica.

Si attendono novità entro i prossimi giorni. Sarebbe una magra consolazione, non porterebbe chissà che benefici, dal punto di vista economico, alle società ma è sempre meglio di un calcio senza i tifosi !